Giardinaggio in festa

Sta a vedere che a furia di discorrere elegantemente di problem solving, piattaforme e “marketing conversazionale”, ci siamo dimenticati l’emozione intima e appagante che solo l’abbraccio della natura riesce a regalare. Non si tratta solo di scenari dolomitici da inseguire tutti in fila sull’autostrada del Brennero. Basta molto meno. Una fogliolina verde chiaro e arrotolata che spunta sui rami del bonsai, oppure una rosa che se ne infischia dei pronostici e rinasce ogni primavera, i più ancora ciclamini bianchi, rossi e fuxia, che in autunno ingentiliscono i balconi milanesi. Non sarà che bisogna scovarla proprio lì, sui balconi, l’indole autentica di questa città? Un indizio arriva dalla festa del Centri di Giardinaggio AICG che torna anche quest’anno nei garden di tutta Italia fino al 18 ottobre. Obiettivi dichiarati: diffondere una cultura del verde, mostrare la bellezza delle piante italiane e avvicinare nuove le generazioni. E infatti per i bambini arriveranno proposte speciali in occasione della festa dei nonni e tanti mini-corsi, tra cui quelli per imparare a interrare un bulbo di iris, oppure un giglio, a settembre, per vederlo fiorire a primavera. Questa semplice attesa che si dilata contiene in sé un tacito (e prezioso) promemoria sulla meraviglia dei ritmi naturali, così lontani dall’assillo dell’immediatezza. Per tutto ottobre i garden devolveranno 1 euro per ogni vaso di ciclamino rosa venduto, per finanziare la ricerca contro il cancro al seno dell’AIRC. Nella cintura milanese le attività si svolgono al Vivaio Banfi di Garbagnate Milanese, allo Steflor di Paderno Dugnano e all’Idealverde di Castano Primo. La mappa completa dei vivai lombardi e (di tutta Italia) su http://www.aicg.it

GiampRem