Costruttori di aquiloni alla libreria dei Ragazzi

Dalla mia rubrica “Bambini” su TuttoMilano di Repubblica. Immaginateli, se proprio non riuscite ad andare a vederli,  i  settantacinque aquiloni gialli, arancioni, blu, verdi, rosa, che penzolano dal soffitto della Libreria dei Ragazzi. I bambini li avevano realizzati prima del lockdown, ma poi, guarda i casi della vita, da semplice gioco di un fine settimana, si sono conquistati un ruolo potente: quello di  simbolo della voglia di orientare, oltre che di riprendere, il percorso interrotto da un’emergenza troppo grande. Il viaggio della Libreria dei ragazzi all’inseguimento di un vento nuovo riprende sabato 26 settembre alle 17, con letture e lavori d’artista sotto un titolo evocativo: “Alla fiera dei sogni”. Serve immaginare un nuovo inizio, ispirandosi ad alcuni libri. E loro, i bambini dai 6 anni, avranno un ruolo attivo nel determinarlo quell’inizio. Cosa ci vuole per ripartire dopo mesi così cupi? Un’invenzione? O forse un’emozione? Qualunque cosa serva, una volta trovata finirà sulla bancarella precedentemente costruita con materiali di recupero. E’ così che nasce una vera “Fiera dei sogni”. In fondo da queste parti l’immaginazione non ha mai perso appeal.

Anche durante il lockdown i librai aspettavano i bambini alle 10,30 nelle dirette facebook e leggevano racconti dalle proprie abitazioni. Alcuni video hanno superato le 25 mila visualizzazioni, con un pubblico che non si è fermato agli affezionati di via Tadino, ma ha superato i confini cittadini e persino quelli nazionali. Potenza della tecnologia, certo. Ma poi ritrovarsi fianco a fianco ad ascoltare racconti resta un’altra storia. L’appuntamento di sabato 26 sarà l’occasione di conoscere le altre proposte al via: le letture del giovedì alle 17 (dai 3 anni), quelle del mercoledì alle 10,30 (libri tattili 0-2 anni), la diretta della “Teen social radio” di ogni sabato per gli adolescenti e il ricco programma di letture e corsi. Ce n’è anche uno per diventare speaker radiofonico.

Via Tadino 53, costo 7 euro (scalabili dall’acquisto di uno dei libri coinvolti), prenotare al tel. 02.29533555.

GiampRem