Tutta a casa di Arlecchino

L’Isola di Arlecchino, Compagnia, foto Masiar Pasquali

Dalla mia rubrica “Bambini” su TuttoMilano di Repubblica. Dal regista Stefano De Luca uno spettacolo ispirato a un fatto avvenuto nel 2005: il  naufragio nelle Azzorre di un cargo che, tra i vari container, ne trasportava uno con i costumi e le scene dello spettacolo “Arlecchino servitore di due padroni” di Giorgio Strehler. La cronaca racconta che il materiale venne ritrovato su una spiaggia da una compagnia amatoriale locale, il Teatro de Giz. Da quella vicenda, quindici anni dopo, De Luca trae una fantasia teatrale, “L’isola di Arlecchino”, e la  ambienta in un immaginario “confine tra Mondo e Teatro”. La trama richiama la cronaca: le onde portano sulla spiaggia di un’isola oggetti decisamente inconsueti, come un copione, delle maschere e persino dei costumi di personaggi della Commedia dell’arte. Un gruppo di ragazzi li ritrova e allora inizia il divertimento. Le casse e le assi di legno diventano infatti un nuovo palcoscenico. Lo spettacolo è adatto a bambini e ragazzi dai 9 anni, a partire da coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo del teatro. Da mercoledì 22 gennaio (ore 20,30) al Piccolo Teatro Studio. Repliche sabato 25, domenica 26, sabato 1 e domenica 2 febbraio. Sabato alle 19,30 e domenica alle 16. Via Rivoli 6, biglietti 10 euro, tel. 02.42411889.

GiampRem