L’ora delle storie gentili

Becco di Rame ph Roberto Finizio

Dalla mia rubrica “Bambini” su TuttoMilano di Repubblica. C’è un tale bisogno di storie gentili, che l’avvio delle rassegne teatrali metterà di buonumore le famiglie. Perché ottobre ne porta proprio tante, di storie da gustare in sala: una con più ritmo, l’altra con più poesia, ma tutte rispettose dell’età del pubblico, che non è affatto un dettaglio. Nel week end ad esempio, il Buratto gioca la sua carta numero quarantatre, tante sono ormai le stagioni trascorse tra gli applausi dei bambini. La rassegna “Insieme a teatro” debutta al Teatro Munari sabato 12 ottobre alle 16,30 con “Becco di rame” (replica il 13),  con cui il Buratto stesso  ha vinto il Premio Eolo 2018 per il “miglior spettacolo di figura”. Per raccontare temi profondi come la disabilità, l’accettazione del diverso e del limite servono la leggerezza di una metafora, quella degli animali della fattoria, e il linguaggio dell’animazione su nero.

Lo spunto lo offre un libro di Alberto Briganti: un’oca difende la fattoria dall’assalto di una volpe, ma perde il becco e il veterinario le applica una protesi che le consente di sopravvivere. Da quel giorno la sua vita cambia, ma lei riesce comunque a condurre un’esistenza normale nella fattoria, tra maiali sorprendentemente affettuosi e galline brontolone.

Proprio il teatro di figura si è preso spazi importanti grazie a “IF Infanzia“, una rassegna nella rassegna. Oltre a “Becco di rame” arriveranno “Little Bang” della compagnia Riserva Canini (domenica 20 ottobre), “Il mio  amico mostro” del Buratto stesso (domenica 27 ottobre) e i campioni delle ombre del Teatro Gioco Vita con “Il più furbo. Disavventure di un lupo incorreggibile” (24 novembre). E questi sono solo i primi. Risultano inoltre confermate le collaborazioni con As.Li.Co., che continuerà a rendere l’Opera a misura di bambino, con il Maestro Sebastiano Cognolato per l’educazione al linguaggio musicale, e soprattutto quella con l’Associazione Quattrox4 per gli spettacoli di circo contemporaneo, capaci di appassionare i genitori oltre ai bambini. Da segnalare infine  gli appuntamenti del sabato pomeriggio e della domenica mattina per avvicinare al gioco del teatro i piccolissimi di 0-3 anni.

GiampRem