“Hai visto un re?”, tante vite tutte da leggere

Dalla mia rubrica “Bambini” su TuttoMilano di Repubblica. Ventidue librerie, ventitré biblioteche e ventinove editori si alleano per la più allegra delle mission impossible: educare alla lettura. Dall’alleanza tra gli attori principali della filiera del libro nasce infatti la quarta edizione di “Hai visto un re?“, una festa del piacere della lettura dedicata a tutta la famiglia. Da giovedì 26 a domenica 29 settembre la città si riempie non di eventi, ma di opportunità per scoprire che leggere è bello perché soddisfa bisogni della mente: di fantasia, di elaborazione della paura, di fuga, di ripensarsi, di scoperta, di crescita. Manifestazioni come “Hai visto un re?” educano alla lettura perché nascono con l’intento di farla radicare appassionando. Non è una differenza da poco con la più “promozione” che, come sosteneva Gianna Vitali, si avvicina più al marketing. In questa edizione la passione si sviluppa lungo dodici percorsi che attraversano le librerie e le biblioteche: cibo, storie, classici, lupi, tracce, terra, musica, sud, brividi, spazio, semi e arte. Ecco qualche esempio. Per chi abita all’estremo ovest la Libreria Mariclò di via Gianella ospita Francesca Archinto di Babalibri che legge “Quando sarò grande”  ai piccolissimi di 1/3 anni (venerdì alle 10,30).  Dalla parte opposta della città, alla Libreria del Convegno si legge Leo Lionni (via Lomellina,  domenica alle 11) e più a nord c’è la proposta dello Spazio My G con “Storia di Greta”, un incontro per gli over 8 su Greta Thunberg (sabato alle 17, via Vincenzo da Filicaia). E alla Linea d’Ombra spunta il sempreverde  “Cappuccetto” di Bruno Munari, letto e interpretato da Corraini edizioni e da bambini (sabato 28 alle 11, via S. Calocero). Ma sono davvero pochi esempi, ciascuno troverà su internet il suo appuntamento preferito. Ci sono anche le librerie mobili: il Bibliomotocarro, ovvero l’apecar che il maestro in pensione Antonio La Cava ha guidato  per vent’anni sulle colline e le montagne della Basilicata per distribuire libri (sabato 28 a Isola Pepe Verde, via Guglielmo Pepe 10) e la Libreria itinerante a pedali, “Librisottocasa”, che Luca Ambrogio Santini porta in giro, di solito, in zona Navigli. A proposito della differenza tra appassionare alla lettura e “promuoverla”. 

GiampRem