Wildlife Photographer of the Year 2019: a Milano dal 4 ottobre

di Alessandra Zanchi

Torna a Milano il Wildlife Photographer of the Year! La mostra di fotografie naturalistiche amata da grandi e piccoli, con 100 immagini straordinarie premiate alla 54° edizione del concorso più prestigioso al mondo, indetto dal Natural History Museum di Londra. Organizzata dall’Associazione culturale Radicediunopercento di Roberto Di Leo, con il patrocinio del Comune di Milano, si può visitare alla Fondazione Luciana Matalon, dal 4 ottobre al 22 dicembre.

 La natura si mostra in tutta la sua bellezza ispirando un senso di meraviglia e stupore ma anche di preoccupazione per il nostro pianeta unico e fragile, portando l’attenzione sulla salvaguardia dell’ecosistema e sulle specie in estinzione a causa dell’uomo.

© Arshdeep Singh – Wildlife Photographer of the Year

Il primo premio assoluto del Wildlife Photographer of the Year è andato al fotografo olandese Marsel van Oosten. Ecco The Golden Couple, la sua foto che raffigura due scimmie dal naso dorato tra le montagne cinesi di Qinling; sono esemplari a rischio e sorprende vedere quanto ci somiglino in quella posa. 

© Skye Meaker – Wildlife Photographer of the Year

Ma come sempre spazio ai giovani che anche in questa edizione hanno saputo essere all’altezza dei fotografi senior e sorprendere con la loro abilità e prontezza. Il sedicenne sudafricano Skye Meaker ha vinto il Young Wildlife Photographer of the Year con Lounging Leopard, la foto di un leopardo mentre si sveglia in una riserva nel Botswana. È una lei, si chiama Mathoja, zoppica perché da piccola si era ferita. Ma ora è adulta, sana e si può dire fortunata perché questi felini sono cacciati per la pelliccia, illegalmente.

© Arshdeep Singh – Wildlife Photographer of the Year

Poi guardate queste Civette nel tubo, con cui l’indiano Arshdeep Singh ha vinto nella categoria giovani fino a 10 anni. Le ha viste volare lì dentro e poi le ha sorprese con la sua fotocamera: una tenera coppia che sta utilizzando un sito di nidificazione urbana, in risposta all’intenso disboscamento nella regione.

© Adam Hakim Hogg – Wildlife Photographer of the Year

Nella categoria 11-14 anni la menzione d’onore è andata a Il vincitore di Adam Hakim Hogg (Malaysia) che ha ritratto una lucertola arboricola spinosa nella sua posa fiera dopo aver avuto la meglio nello scontro con un aggressivo centopiedi; purtroppo si tratta di una specie molto ricercata dai bracconieri per il commercio fuorilegge di animali da allevare in cattività.

© Carlos Perez Naval – Wildlife Photographer of the Year

Ma c’è anche L’anatra dei sogni dello spagnolo Carlos Perez Naval, vincitore della categoria. Al sorgere del sole nel mare di Barents sono apparse dozzine di morette codone e con abilità si è posizionato per riprenderne una che riposava con la luce riflessa nell’acqua.

© Wayne Jones – Wildlife Photographer of the Year

Infine un’immagine davvero divertente che fa piuttosto riflettere. Il guardiano della casa di vetro dell’australiano Wayne Jones; a lui la menzione d’onore nella categoria Subacquea. Un ghiozzo pigmeo giallo si affaccia dalla sua casa di origine umana: una bottiglia buttata sul fondo del mare. Questi pesci vivono in coppie all’interno di buchi abbandonati da altri organismi e sempre più in bottiglie e lattine vuote.

Da non perdere anche quest’anno le visite guidate alla mostra, per tutta la famiglia, con il preparatissimo naturalista e già vincitore del Wildlife Photographer of the Year, Marco Colombo, che racconterà le avvincenti storie delle fotografie: ogni venerdì dalle 19.30 (su prenotazione). E per chi vuole divertirsi con un’esperienza di “realtà virtuale immersiva”, a disposizione un visore RV di ultima generazione che trasporta i visitatori in affascinanti ambienti naturalistici.

Una mostra family friendly
L’Associazione culturale Radicediunopercento propone la promozione family friendly, per agevolare la visita alle famiglie. Con 2 genitori (o adulti) paganti, gratuità per 2 bambini (6-14 anni) da loro accompagnati.

SCHEDA TECNICA
Wildlife Photographer of the Year 54
4 ottobre – 22 dicembre 2019
Fondazione Luciana Matalon

Foro Buonaparte 67 – 20121 Milano (vicino al Teatro dal Verme)

INFO
M +39 348 2506498 / info@radicediunopercento.it
www.radicediunopercento.it

ORARI
Tutti i giorni e festivi h 10 – 19 / Venerdì h 10 – 22 / Chiuso Lunedì

Sabato 16 novembre e 14 dicembre chiusura anticipata alle h 18
Chiusura biglietteria 30 minuti prima

 BIGLIETTI
Intero € 11 / Ridotto € 9 (bambini 6 -14 anni, Over 65) + Tessera associativa € 1

Gratuito bambini 0-5 anni
Promozione family friendly > con 2 genitori (o adulti) paganti, gratuità per 2 bambini (6-14 anni) da loro accompagnati

VISITE GUIDATE CON MARCO COLOMBO
Ogni venerdì dal 4 ottobre h 19.30 > Visita € 5

Prenotazione obbligatoria vedi INFO
Prenotazioni in altre date e orari per gruppi min. 15 persone e scuole
(no sabato e domenica)

ORGANIZZATA DA Associazione Culturale Radicediunopercento
CON IL PATROCINIO DI Comune di Milano
PROPRIETÀ Natural History Museum di Londra
SEDE ESPOSITIVA Fondazione Luciana Matalon www.fondazionematalon.org