Gli agenti segreti dell’arte

Cattivo soggetto, 1863

Dalla mia rubrica “Bambini” su TuttoMilano di Repubblica. L’imprevedibile  filo rosso che unisce una corrente artistica dell’Inghilterra di metà Ottocento, i Preraffaelliti, e la freschezza dei bambini, è l’identica allergia per le convenzioni e l’istinto a sperimentare nuove certezze, nuovi stili da contrapporre al “vecchio”. Con questa inedita chiave di lettura, anche una mostra per i grandi, come “Preraffaelliti. Amore e desiderio”, in corso a Palazzo Reale, può dedicare spazi d’espressione ai bambini. Basta che non si perda di vista il gioco come linguaggio universale per avvicinarli all’arte. Il gioco di domenica 28 luglio (ore 15) s’intitola “PRB, Agenti segreti dell’arte” ed è rivolto a bambini tra i 6 e gli 11 anni. Tutto inizia da una lettera che li avvicina ai misteri di una confraternita di artisti e li fa entrare  in una società segreta: la Pre Raphaelite Brotherhood, composta da artisti rivoluzionari come Rossetti, Hunt, Bourne-Jones, Millais. Saranno loro a raccontare i contenuti dell’arte preraffaellita, per trasformarli in agenti segreti della confraternita.  La mostra è stata promossa e prodotta dal Comune di Milano-Cultura, Palazzo Reale e 24 ORE Cultura-Gruppo 24 ORE è organizzata in collaborazione con Tate. Costo 15/21 euro, informazioni a prenotazioni al tel. 02.54914, www.palazzorealemilano.it 

GiampRem