Più parchi gioco per tutti

Dalla mia rubrica “Bambini” su TuttoMilano di Repubblica. Quando il prossimo 20 novembre si celebrerà il trentennale della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia sarà più agevole ricordare che il diritto al gioco riguarda anche i bambini con disabilità. In autunno saranno infatti saliti a tre i parchi gioco inclusivi creati da Fondazione di Comunità Milano, in collaborazione con il Comune. Dopo quello inaugurato nell’aprile 2018 ai Giardini Pubblici Indro Montanelli e quello appena aperto a Villa Finzi, a fine settembre ne arriverà un altro in via Martinetti, la strada che collega le vie Millelire e Aretusa. Nemmeno quello sarà l’ultimo. Il progetto prevede di crearne uno in ciascuno dei nove Municipi milanesi (la Fondazione ha aperto un Fondo per coinvolgere i cittadini nella raccolta di finanziamenti). Saranno nove facce di un’unica notizia: il futuro di Milano vuole fiorire sulla parola “accessibilità”. Ci sono bambini con difficoltà motorie, altri con una disabilità intellettiva, altri ipovedenti, che hanno lo stesso bisogno di sprigionare energia dei loro coetanei. Devono solo essere messi in condizione di poterlo fare. Diversi limiti richiedono diverse risposte: una pavimentazione che consenta la mobilità alle carrozzine e il loro accesso a tutti i giochi, per esempio. E poi la mappa anche in braille all’ingresso del parco, i colori e i percorsi tattili plantari che aiutano gli ipovedenti. Basta non dimenticare che quelli che stanno sorgendo a Milano non sono “parchi per i disabili”, altrimenti sarebbero “escludenti” invece che inclusivi. Saranno al contrario parchi pensati per accogliere insieme tutti i bambini. Che così si abituano fin da piccoli  non a rimuovere l’evidenza della diversità, ma a riconoscerla e ad accoglierla come una normalità. A questo traguardo culturale contribuisce anche un percorso di sensibilizzazione che la Fondazione porterà avanti in 150 classi delle scuole primarie e d’infanzia nell’anno scolastico 2019/2020. Intanto il parco accessibile all’interno di Villa Finzi mostra miglioramenti rispetto al primo realizzato ai Giardini Pubblici. C’è anche un percorso olfattivo  con essenze e fiori. Il progetto “Gioco al centro – Parchi gioco per tutti” coinvolge la delegata del Sindaco Lisa Noja e diverse organizzazioni come L’abilità, ANFFAS Milano, UILDM e LEDHA Milano, UICI e InterCampus.

GiampRem