Quante storie da vivere a Vimercate

vimercate ragazzi festival
BoboBoo

Dalla mia rubrica “Bambini” su TuttoMilano di Repubblica. Solo undici storie ce l’hanno fatta. Ed è un merito perché erano più di cento gli spettacoli candidati a ritagliarsi uno spazio al “Vimercate Ragazzi Festival“, che venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 giugno torna per il terzo anno a riempire le piazze e i parchi del comune brianzolo. Il dato testimonia da una parte la vivacità che il teatro ragazzi riesce sempre a esprimere, dall’altra la volontà di Giada Balestrini, Michele Losi e Luca Radaelli, rispettivamente di delleAli Teatro, Campsirago Residenza e Teatro Invito, di selezionare con cura i titoli. Il Comune di Vimercate, promotore della rassegna, li ha confermati alla direzione artistica e organizzativa per il triennio 2019/2021.

Nel definire il cartellone – dicono – abbiamo voluto raggiungere ogni fascia di età, dalla primissima infanzia alle Secondarie di secondo grado. Anche i linguaggi sono tutti  ben rappresentati: si va dal teatro d’attore al teatro d’oggetti, dalla narrazione alla danza, fino al circo e alla commedia.

vimercate ragazzi festival
Tre bottoni

Alle proposte delle compagnie vincitrici si aggiungono tre spettacoli delle compagnie organizzatrici, due produzioni in arrivo da Next, il “Laboratorio delle idee per la produzione si spettacoli dal vivo” e  una rappresentazione “tout public”. Il primo sipario  si apre venerdì alle 16 al Parco Trotti, dove  i sardi del “Cada die Teatro” presentano “Tre bottoni e la casa con le ruote“, liberamente tratto da un racconto di Gianni Rodari. Lo spettacolo insiste sul valore dell’accoglienza: c’è un falegname che ha costruito una casa sulle rotelle capace di aprirsi a tutti. Un altro appuntamento molto atteso è quello con uno studio di “delleAli Teatro”, alle 17,15 nell’auditorium della Biblioteca Civica. “La bestia. Storia di un principe cane” nasce dal racconto di un incantesimo che trasforma la vita di un nobile e lo costringe a vivere le stesse privazioni che lui infliggeva ai sudditi. Sempre venerdì c’è spazio anche per gli adolescenti: alle 23 sul Palco del cortile d’onore di Villa Sottocasa arriva “Lemon therapy” una commedia sull’affettività in età adolescenziale  a cura della Compagnia “Enrico Lombardi/quinta Parete”. Per allestire lo spettacolo la compagnia ha avuto spunti preziosi  da interviste e incontri che hanno coinvolto ragazzi, genitori e insegnanti. 

vimercate ragazzi festival
Non ho l’età, ph Luana Giardino

Sabato al Parco Trotti si segnalano il “Sogno di una notte di mezza estate” del Teatro Invito (ore 9,30) e “Non ho l’età“, un’opera sullo scorrere del tempo, a cura di Riserva Canini (21,30). Tra gli appuntamenti di domenica c’è “BoboBoo” del Teatro Prova, alle 9,30 e alle 10,30 all’auditorium della biblioteca (1/4 anni). In calendario anche tanti atelier espressivi per bambini. In fatto di cultura per l’infanzia Vimercate ha una lunga tradizione: il Festival riprende  la scia di “Una città per gioco”, una rassegna che la cooperativa Tangram ha gestito per venticinque anni fino al 2016.

A Vimercate (MB), ingresso 3/5 euro, programma completo su www.vimercateragazzifestival.it

GiampRem