L’isolachenonc’è invade la periferia

Ph: Claudia PAJEWSKI

Dalla mia rubrica “Bambini” su TuttoMilano di Repubblica. Tutto è iniziato a dicembre, con il tema della scoperta. Poi è toccato via via alla partecipazione, alla diversità e alla fiducia. Un argomento per ciascuno dei quattro eventi mensili. E’ da marzo, quindi, che i bambini aspettano di tornare alla Fondazione  Feltrinelli per l’ultima puntata de “L’isolachenonc’è“, la festa di letture e creatività ideata per ricordare che l’amore per la lettura non ha età. Venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 giugno, gli spazi della Fondazione  tornano a riempirsi di letture, performance, spettacoli teatrali e atelier creativi, ma la novità di questa super tappa conclusiva è che la “Festa” si propaga in luoghi periferici della città: le biblioteche Chiesa Rossa e Sant’Ambrogio, il Centro Multiculturale del Parco Trotter e il Centro Nocetum.  I “tesori” da trovare nella tre giorni conclusiva si chiamano Comunità e Amicizia. Ci sono mille modi di declinarli coinvolgendo i bambini e le 30 case editrici, le organizzazioni locali e nazionali, gli artisti, gli autori e gli illustratori sono già pronti a farlo. Si comincia con la creazione di un grande Mandala di sale, sotto la guida dell’arteterapeuta Barbara Santagostini (venerdì ore 18 – 3/11 anni). Via Pasubio 5, ingresso libero, programma completo e orari su fondazionefeltrinelli.it/isola.

@GiampRem