Piccoli in piazza per i diritti

momo
Camilla Minari (5 anni), Carolina Del Duomo (4 anni), Rebecca Minari (5 anni) e Nelson Saniake (5 anni). La Locomotiva di Momo. Milano.

Dalla mia rubrica “Bambini” su TuttoMilano di Repubblica. Uno slogan smette  di essere tale quando qualcuno accetta il peso di tradurre le belle rime in atti concreti. L’ultimo esempio arriva da Cinzia e Giuliana D’Alessandro, titolari dell’asilo condominiale “La Locomotiva di Momo“, divenuto celebre per lo sfratto chiesto e ottenuto dal condominio di via Anfossi, dove l’asilo risiede. In attesa di sapere se il Tribunale accetterà di sospendere la sentenza fino al pronunciamento della Corte di Cassazione (si saprà martedi 29 gennaio), la Locomotiva prende spunto dalla propria vicenda per estendere il ragionamento e invitare la città a interrogarsi sui diritti dei bambini. Cosa significa, nei fatti, non solo a parole, difenderli? E ancora: come dev’essere, nei fatti, una città che si professa loro amica?  Le domande toccano (o dovrebbero) la sensibilità degli adulti, ma riguardano ancor prima i diretti interessati, che infatti sono chiamati a rispondere. Ce ne sono almeno altre due: come vivete la città? In cosa la sentite amica e in cosa no?

Da qui prende le mosse il primo Flash Mob di bambini a Milano, fissato per sabato 26 gennaio alle 11 al Parco di Largo Marinai d’Italia. La call to action convoca tutto l’universo bambinesco, dalle famiglie alle scuole. I piccoli sono invitati a presentarsi con cartelloni, poesie, lettere, canzoni e disegni e tutte le loro istanze saranno passate al vaglio del Comune, come succede con quelle dei cittadini adulti. Sarà prima di tutto una mattinata di festa, grazie ai due pezzi musicali scritti apposta per Momo (già su youtube): un brano di Federica Braga e un rap di John Wilson. Segue una caccia al tesoro, cioè alle piccole volpine di terracotta realizzate da Maurizio De Rosa. Ciascuna di esse custodisce un messaggio sui Diritti dei bambini, da postare (con l’aiuto dei genitori) sulla pagina facebook dell’evento. Gli hashtag: #bambinichiamanodiritti #milanorisponde. Chiusura alle 12,30 con uno spettacolo di bolle di sapone.

@GiampRem