Il Medioevo rivive in abbazia

Dalla mia rubrica “Bambini” su TuttoMilano di Repubblica.  Il medioevo esce dai libri di storia e si riprende uno dei luoghi lombardi più emblematici: l’Abbazia di Chiaravalle, a sud di Milano. Chi nel fine settimana passerà da quelle parti crederà di aver sbagliato epoca. Vedrà giullari e falconieri, templari e campioni di tiro con l’arco, musici e cavalieri. Ma soprattutto vedrà bambini e famiglie coinvolti in mestieri antichi. Il motivo è la Festa di Chiaravalle, che sabato 6 e domenica 7 ottobre riporterà il borgo all’anno di grazia 1135, quando  l’Abbazia fu fondata dai monaci cistercensi. Non sarà una festa piccola. La sua organizzazione ha infatti coinvolto  oltre una dozzina di realtà del territorio, tra cui la cooperativa Koiné, attivissima nelle proposte per i bambini. Di conseguenza, i bambini avranno davvero un posto speciale.

Per esempio si divertiranno a imitare gli artigiani che un tempo esercitavano la loro manualità proprio a Chiaravalle. La giornata più adatta ai piccoli è domenica, già in mattinata. Alle 10 prende il via la rievocazione storica lungo le strade del borgo: si vedranno figuranti in costume che riproducono la vita quotidiana di novecento anni fa. E quindi il  falegname all’opera con i suoi attrezzi, così come l’armaiolo, il cerusico (il chirurgo di un tempo), il tessitore e chi si occupava di cosmesi. Per tutta la giornata, poi, il prato dell’Abbazia diventerà in un campo di addestramento al tiro con l’arco. Nel pomeriggio, apre il giardino delle erbe officinali del Mulino e alle 15 (nel borgo) arrivano le sfide implacabili tra cavalieri in armatura e le esibizioni dei falchi. Alle 16,30, di nuovo tutti nel porticato del Mulino  per osservare le fasi di produzione del Grana Padano. Perché c’è un filo invisibile, qui, che lega il Medioevo a oggi. Nel dodicesimo secolo furono proprio i monaci dell’Abbazia a inventare l’antenato del formaggio Grana. Da caseari provetti avevano imparato a conservare il latte, ad aggiungere il caglio e a sottoporre il prodotto finale a salatura. 

 @GiampRem

⛵ Questo bimbo a chi lo do? In e-book ora a 1,99€

Due libri autoprodotti invece della pubblicità. Mais oui, c’est parfum de Bimbì.

⛵ Belsorriso in e-book a 1,99€

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.