I linguaggi (e la diffusione) della pubblicità rispettano i Diritti dell’infanzia?

Portrait of beautiful smiling cute baby
Portrait of beautiful smiling cute baby © Maksim Bukovski – Fotolia.com

⛵ Dunque, secondo autorevoli pareri i bambini non riconoscono la natura del messaggio pubblicitario, che quindi bypassa la loro capacità di analisi.

Tuttavia,  in virtù dell’articolo 3 della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia,  il superiore interesse del bambino dovrebbe prevalere in tutte le decisioni che riguardano l’infanzia. L’articolo 17 stimola inoltre gli Stati a vigilare affinchè il bambino possa accedere a una informazione e a materiali finalizzati a promuovere il suo benessere sociale, spirituale e morale, nonché la sua salute fisica e mentale. Sempre l’articolo 17, al paragrafo 5, dice che gli Stati devono favorire “l’elaborazione di principi direttivi appropriati destinati a proteggere il fanciullo dalle informazioni e dai materiali che nuocciono al suo benessere in considerazione delle disposizioni degli artt. 13 e 18.  

Domanda: è compatibile la ratifica della Convenzione con il bombardamento pubblicitario a cui i bambini sono sottoposti?  Rileggete voi stessi la Convenzione. Io ci vedo una contraddizione significativa, che si è gonfiata via via negli anni insieme all’evoluzione dei mezzi di comunicazione (la Convenzione ha appena compiuto 27 anni). Ma magari è a me che sfugge qualcosa. Forse c’è un’interpretazione diversa di questi articoli e non c’è nessuna contraddizione. Voi cosa ne pensate?

Non pretendo di “capirlo” io da solo, non sopporto gli uomini solo al comando. Però è fondamentale capirlo. Perchè se in effetti la contraddizione ci fosse, allora come avviene in Francia e in altri Paesi europei, anche l’Italia dovrebbe  avviare un dibattito sulla presenza della pubblicità nei programmi televisivi e sui supporti digitali destinati ai bambini.

Capire, accogliere pareri e agire di conseguenza. Senza eccessi, ma anche senza  troppi compromessi.  #That’sTheWay: la strada del 2017 di Bimbì è tracciata.

 @GiampRem

#That’sTheWay ⛵

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.