Nuova legge in Francia: basta spot nei programmi per bambini della tv pubblica

©KAR – fotolia.com

⛵ La proposta di legge del senatore ecologista André Gattolin è stata definitivamente approvata il 7 dicembre 2016 e diventerà operativa il primo gennaio 2018. Da quella data i canali del servizio pubblico francese non potranno più ospitare spot durante i programmi rivolti ai minori di 12 anni. Il divieto è esteso a 15 minuti prima e 15 minuti dopo gli stessi programmi, come anticipato all’inizio dell’anno dalla deputata Michèle Bonneton, e riguarda anche i siti internet dei canali pubblici.   

“Tutti gli studi mostrano il legame tra pubblicità e obesità infantile” – ha dichiarato André Gattolin e gli effetti di questa legge potranno rivelarsi un investimento sulla salute dei bambini, vista la diffusione di spot di alimenti e bevande ricchi di grassi e zuccheri.

I deputati socialisti e comunisti sono stati frenati dai conseguenti costi in carico al servizio pubblico. Ma alla fine la maggioranza ha ritenuto che i costi (13,5 milioni di euro secondo Gattolin) sono limitati se proporzionati ai 2 miliardi complessivi di rendita pubblicitaria. E ha evidentemente ritenuto che benefici siano superiori.

I benefici non riguardano solo il probabile freno alla diffusione dell’obesità infantile. Gattolin cita il sentimento di nervosismo familiare che si produce dalle troppe aspettative generate dalla pubblicità, soprattutto in giorni come questi a ridosso del Natale . “Le marketing de la rareté crée un sentiment de tension dans la famille à l’approche de Noël” – ha detto al quotidiano  France Soir.  

Il “marketing della rarità” è una pratica che consiste nel creare artificialmente la scarsità di un determinato prodotto nella distribuzione. L’obbiettivo: rendere giustificato un prezzo più alto,  far crescere l’immagine della marca, favorire l’acquisto di impulso e la prenotazione,  generare buzz.

Fonte post: France soir 

@GiampRem

#RaisingTheSail (cit. Truman Show) #IssandoLaVela ⛵

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.