Le eleganti marionette dell’Atelier Carlo Colla

gattoDalla mia rubrica su TuttoMilano di Repubblica del 15/1/2015. Il 2015 della Carlo Colla & Figli si apre nel segno della continuità con la tradizione. Dopo l’anticipo di fine novembre, all’Atelier della Primaria Compagnia Italiana di Grandi Spettacoli Marionettistici arriva quel Gatto con gli stivali che fu rappresentato per la prima volta nel 1911 e che ha fatto sognare intere generazioni di bambini. Fino al 1957 al Teatro Gerolamo e poi in giro per l’Italia e il mondo. Un dato numerico conferma come il fascino delle marionette Colla, e in particolare del “Gatto”, sia rimasto immutato: solo dal riallestimento del 1987 questo spettacolo ha fatto registrare circa quattrocento repliche in platee prestigiose tra cui quelle di Spoleto, Roma, Torino, Cremona, Parigi, Amsterdam e Chicago.

E da domenica 18 gennaio a domenica 8 febbraio sarà, appunto, di nuovo a Milano. Insieme all’astuzia del personaggio chiave è il fasto della messinscena a incantare e a diffondere un’atmosfera fiabesca. Per farsi un’idea basta immaginare che solo nella scena in cui il Gatto, il Re e la sua Corte si incontrano, i personaggi sono agghindati con calze, pantaloni, camicia di pizzo, guanti, mantelli, parrucche, cappelli con la piuma, giacche… e, ovviamente, gli immancabili stivali. Uno sfarzo dei costumi, insomma, che si specchia anche in piccoli particolari come i polsini di pelle, i colletti di pizzo, il corno o il coltello. Il tutto è firmato dalla musica scritta da Felice Camesasca: nello spettacolo si alternano infatti parti recitate, cantate e musicali.

Dopo il Gatto con gli stivali il 2015 dell’Atelier Carlo Colla & Figli prosegue all’insegna della fantasia con titoli come La bella addormentata nel bosco (14 febbraio-8 marzo), Excelsior (2-10 maggio), La sposa del sole (3-18 ottobre) e Turandot (24 ottobre – 1 novembre). Quest’ultima è una nuova produzione e in estate farà tappa anche al Piccolo Teatro Grassi.

@GiampRem

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.