Segni d’infanzia, Mantova in festa

segnidinfanzia2014jpg
a sinistra “Aluminures” , a destra “Il cielo degli orsi”.

Dalla mia rubrica su TuttoMilano di Repubblica del 6/11/2014. Raccontare Segni d’infanzia con i numeri sarebbe semplice, viste le venticinque sedi e gli oltre duecento eventi che fino a domenica 9 novembre trasformano in Mantova un grande palcoscenico. Ma senza sminuire l’imponenza di questo Festival Internazionale d’Arte e Teatro, più ancora dei numeri sono i propositi a descriverlo. Cristina Cazzola, attrice, regista e presidente dell’associazione organizzatrice, li riassume così: “Pensiamo sia possibile e necessario presentare ai giovani una proposta artistica di alta qualità che non si risolva in un intrattenimento fine a se stesso, ma che offra loro stimoli sensoriali, emotivi e creativi indispensabili alla crescita”.

All’opera, tra gli altri, il Teatro all’Improvviso e la compagnia Nuvole in tasca, con spettacoli per i piccolissimi: Piccola ballata per Peu (18 mesi – 5 anni) e Di tana in tana (18 mesi – 3 anni). Mentre tra le proposte straniere spiccano Invisible me (dai 3 anni), Knup e Aluminures (entrambi dai 7 anni). Tra gli ospiti c’è anche Frankie hi-nrg mc, che racconta la sua modalità di approccio alle arti rivolgendosi a bambini e adolescenti. Calendario su www.segnidinfanzia.org

@GiampRem

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.