Gioppino l’antieroe per l’estate in giardino

burattini daniele cortesiDalla mia rubrica su TuttoMilano di Repubblica del 29/5/2014. Se c’è un insospettabile filo rosso che lega la Milano dei bambini di 120 anni fa a quella di oggi è il teatro. Ne sono certi al CRT, che in collaborazione con Triennale Design Museum ha ideato “La Baracca in giardino”, un cartellone di spettacoli di burattini che andranno in scena dal 31 maggio al 6 luglio ogni giovedi (18,30), sabato (17,30) e domenica (11,30). Il bello è che ci sono curiose analogie tra la Milano del 1894 e l’attuale. In quella specie di Expo che furono le Esposizioni riunite di fine ‘800, infatti, l’area intorno al Castello Sforzesco vedeva sorgere padiglioni destinati a “modernissimi divertimenti” e le cronache dell’epoca davano buona rilevanza a “minuscoli teatri” con le “gesta di Gioppino” che appassionavano il pubblico dei piccoli. Oltre un secolo dopo, più o meno in quelle stessa zona della città e a dispetto delle moderne tecnologie, è Daniele Cortesi a dare continuità al mito. 

Come da tradizione, Cortesi si occupa sia degli aspetti artistici che di quelli artigianali: scolpisce i burattini nel legno di cirmolo, dipinge i fondali di scena, scrive i testi di fiabe, commedie e avventure, anima i personaggi con le atmosfere della commedia delle Arte. I racconti in scena sono tre: “…e vissero felici e contenti”, “Arlecchino malato d’amore” e “ Gioppino e il mistero del castello”. Quest’ultimo eroe popolare bergamasco “dalle scarpe grosse il cervello fino” è sempre il protagonista: il suo modo  scorretto e sgrammaticato di parlare lo rende simpatico e lo fa entrare subito in empatia con i bambini. Nella prima storia non esita a sfidare il cattivo principe Korvak che minaccia l’amore tra la principessa e un mite pastore. Nella seconda aiuta un affranto Arlecchino con la bella Smeraldina e nella terza è protagonista di un’avventura nel Castello di re Gustavo. Il cartellone si inserisce nelle attività di TDMEducation, la sezione didattica del museo.

La Triennale è in viale Alemagna 6, ingresso 2/5 euro. La sede è accessibile alle persone con disabilità. Informazioni su www.triennale.org e www.crtmilano.it, prenotazioni al tel. 0272434258

@GiampRem

Bimbì esiste in questa forma grazie al finanziamento dal basso di

Muba Museo dei bambini, Mara B., Luca Uslenghi Teatro dei bambini, Teatro del Buratto, Ad Artem, Il Gabbiano: noi come gli altri, La Piazza di Momo, Fondazione Cineteca Italiana, Laboratorio di Beba Restelli, Munaria, Pino Z., Laura G., Takla Improvising Group, Teatro Laboratorio Mangiafuoco, Paola D., Trillino Selvaggio, Terreno di danza, Munlab Spazio permanente Bruno Munari, Pescecolorato, Patrizia M., Marcella F. – Paola M. – Caterina C. – Viviana D. – Veruska M. – Sara M. – Enrica F. – Chiara C. – Paola S. – Paolo G. – Maria Antonietta B. – Simona V. – Libera P. (2 volte) – Editrice Il Castoro – Libreria dei Ragazzi – Chiara F. – Giulia B – Paola S. – Clorofilla – Kasa dei libri – Zona K

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.