“Libri messi all’indice”. Incontro alla Libreria dei ragazzi

libreria-dei-ragazziLa Libreria dei Ragazzi organizza Libri messi all’indice, un incontro sulla letteratura per l’infanzia, tra stereotipi e questioni di genere. Il tema: l’accusa rivolta ad alcune  storie per bambini di essere diseducative o inopportune, letture da sconsigliare o censurare, o da etichettare. Dal comunicato della libreria: “Negli ultimi mesi, vari fatti di cronaca in diverse nostre città italiane e non solo, hanno portato alla ribalta questioni legate alla messa al bando di pubblicazioni per bambini e ragazzi, compresi testi ormai divenuti veri e propri classici della letteratura per l’infanzia. Iniziando dal caso a noi più vicino che ha toccato la Libreria “Il libro con gli stivali” di Mestre, e la relativa polemica seguita alla stesura della bibliografia “Leggere senza stereotipi” – tacciata di “propaganda” perché espressione di “valori morali discutibili” e delle cosiddette “favole gay”- , fino al recente caso della Francia, dove un albo per bambini è stato aspramente criticato perché colpevole di mostrare nudità, sollevando un dibattito sulla questione morale della letteratura per l’infanzia. Che cos’è “davvero” un libro per bambini e ragazzi? Che cosa si intende per valore pedagogico di una favola?”

Partecipano diversi esperti di libri per ragazzi: la scrittrice e illustratrice Emanuela Bussolati, l’insegnante Patrizia Colosio, le fondatrici della casa editrice Lo Stampatello Maria Silvia Fiengo e Francesca Pardi, lo psicoterapeuta e autore Alberto Pellai e Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Milano. Coordina Zita Dazzi, autrice e giornalista de la Repubblica. Il 9 aprile alle 18 alla Libreria dei Ragazzi di Milano, in via Tadino 53.

Perchè ti chiediamo di aderire a Bimbì

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.