Il senso del limite. Superarlo, conoscerlo… accoglierlo?

limite
foto © Oksana Kuzmina

Per il mese di marzo ho chiesto a chi ha aderito a Bimbì di esprimersi sul tema del limite. Ovviamente non era un obbligo! Qualcuno accolto l’invito, qualcuno ha preferito esprimersi su altro. Pur restando in uno stato embrionale, grazie a questi primissimi interventi il progetto Bimbì lascia oggi intravedere meglio i suoi tratti.

Il sito non delega la creazione di contenuti per riempire, gratis, cornici di banner, e quindi per incassare speculando ambiguamente sul desiderio di esprimersi. Ma il racconto della realtà non può nemmeno essere interamente delegato a chi si occupa di “comunicazione”. Che rilevanza ha la cultura per l’infanzia sui  media che vivono di pubblicità? Perchè in prima serata tv non si parla di teatro o di libri per ragazzi, o di handicap, magari rivolgendosi ai genitori? Davvero le dieci righe copiaincollate nelle agende è il massimo che si può ottenere con un progetto che riguarda i bambini? Accettare la definizione di un senso comune che marginalizza non è esattamente la cosa più conveniente per chi opera nella cultura per l’infanzia. L’unica alternativa che vedo è rimboccarsi le maniche e accettare di partecipare all’impresa impossibile di provare a costruirne un altro.

A chi si è associato, e quindi a chi condivide l’analisi, si chiede di partecipare a questo laboratorio di informazione per la famiglia. Il fine è di definire insieme e dal basso un senso comune antagonista rispetto a quello disegnato dai media che dipendono dalla pubblicità. Dove il contenuto, o anche il silenzio se necessario (non c’è qualcosa da dire ogni giorno!) riprendono il sopravvento su parole chiave, rappresentazioni e tecniche per accrescere la visibilità. Dove l’eterogeneità, nel modo di scrivere, nel quanto scrivere, nel come dirlo, è di per sè un valore da opporre all’uniformità. Non c’è quindi un modo giusto di parlare dell’argomento, ma solo modi di versi di affrontare un tema.

Intanto ecco gli interventi di chi ha voluto dire la sua.

GiampRem

Il senso del limite. Superarlo, conoscerlo… accoglierlo? Terreno di danza
Il senso del limite. Superarlo, conoscerlo… accoglierlo? Mondomusica
Il senso del limite. Superarlo, conoscerlo… accoglierlo? Associazione Il Gabbiano
Il senso del limite. Superarlo, conoscerlo… accoglierlo? GiampRem

La zuppa Campbell si presenta!  Ad Artem (Ad Artem ha preferito affrontare un tema artistico)

Perchè ti chiediamo di aderire a Bimbì

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.