Benvenuto fuori target, Paolo

1+1=150
Potete senz’altro conteggiarmi tra coloro che aderiscono (anche se a suo tempo ho chiarito la mia personale valutazione sul rapporto sponsor inserzionisti e media). Mi pare di aver capito che il sostegno sia subordinato al raggiungimento del numero minimo di sostenitori. Resto in attesa di un cenno e provvederò a contribuire per quello che mi consentono le attuali condizioni economiche
Paolo G. (mail 1/12/13 h. 23,41)

E’ lunedi, a Milano c’è un bel sole e anche Paolo mi scrive che vuole provare l’ebbrezza di una passeggiata fuori target su questo sito. Grazie Paolo, benvenuto! Quello che leggi su queste pagine non è pensato e scritto al fine di incrementare un report da mostrare a chi premia i numeri e prescinde dai contenuti. Queste pagine non sono nemmeno ingentilite da decimetri cubi di foto di bambini (e genitori) che sembrano poter sorridere solo dopo essersi comprati una merce. Penso che in questo momento serva fare questa scelta. Una volta ristabilita una distinzione, ma forse proprio una gerarchia più accettabile tra informazione/cultura e marketing… si potrà ragionare su nuove modalità di collaborazione. Ma non adesso: adesso serve cambiare il rapporto di forze e questo lo si fa cercando la sostenibilità dalle singole persone. Verificando se questa scelta interessa oppure no.
Quindi si,  il sostegno “effettivo” è subordinato al raggiungimento di un numero minimo di 150 sostenitori entro la fine di dicembre.
Ciao Paolo, ti aggiungo all’elenco!

@GiampRem

 In questo momento è sufficiente che inviate la disponibilità ad aderire via mail come singoli (la quota è 20 euro). Le vostre quote servono a non far dipendere la nostra informazione dalla pubblicità. Quindi a non inseguire i numeri e a non considerare voi e i bambini un target.  Servono a poter mettere al centro del nostro progetto editoriale la cultura per l’infanzia. Vi chiederemo di procedere al versamento solo se raggiungeremo la soglia minima di 150 adesioni entro fine anno.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un’idea concreta contro l’eccesso di esposizione dei bambini agli schermi?

Iniziamo a staccarci noi adulti

Diamo l’esempio