La bella vita!

fiducia-furbizia-sorpresa
© Gorilla – Fotolia.com

La fiducia nei propri mezzi e negli altri. La furbizia sbarazzina, che non sa di scorciatoia ma solo di allegria, di voglia di socializzare. La capacità di sorprendersi. Tre scatti, tre accenti sui bambini, tre racconti di cos’è la Bella vita dal loro punto di vista. Per Bimbì mettere l’accento sui bambini significa almeno due cose. La prima: adoperarsi affinché questa genuinità non venga conquistata e retrocessa al ruolo meccanismo, di leva commerciale. La seconda: adoperarsi perchè, insieme al gioco libero, le attività creative che generano benessere vengano percepite dai genitori come centrali per crescere i figli. Per consegnare loro anticorpi naturali a tutti i meccanismi generatori di stereotipi. E allora, per avere più voce, è nata l’associazione culturale Bimbì, l’accento è sui bambini, che aggrega proposte culturali e di gioco libero. Le organizzazioni socie sul territorio e il sito sul web muovono autonomamente e ciascuno secondo le proprie caratteristiche nella stessa direzione di tutela dell’infanzia. Della sua genuinità e dei suoi diritti, a partire dal diritto “a partecipare liberamente alla vita culturale ed artistica” come recita la Convenzione all’articolo 31.

Ma mettere l’accento sui bambini significa tanto altro. Per esempio stimolare una riflessione su città progettate esclusivamente per le esigenze degli adulti, dove c’è sempre meno spazio per il movimento e il gioco libero dei bambini. Significa mettere in discussione un senso comune, anch’esso adulto, per il quale l’unica cosa che in fondo conta davvero è radunare, non importa come, un target a cui provare a vendere qualcosa. Non basta scriverlo. Bisogna proprio trovare la forza di uscire dal supermercato, di mettersi in gioco e incontrarsi. Come sapete, la mia scelta parte dalle ricerca della sostenibilità: niente pubblicità su questo sito. Ci rivolgiamo alle organizzazioni che operano con l’infanzia e soprattuttto ai genitori in quanto educatori (non come responsabili degli acquisti): chiediamo a loro di sostenere questa scelta.

A qualcuno interessa associarsi a questo percorso? E’ rimasto qualcuno che considera tutto questo come qualcosa di molto concreto, che riguarda la salute e il benessere dei nostri figli non meno di un prodotto su qualche scaffale? Sono sicuro di si e comunque lo vedremo presto.

Dal 6 ottobre al 15 dicembre le organizzazioni che hanno già aderito alla proposta di Bimbì (ma altre ne arriveranno) daranno vita infatti a un cartellone di eventi per le famiglie, per promuovere il sito e l’associazione culturale. E’ il manifesto di un’alleanza tra la città dei bambini e l’informazione che mette loro al centro. A settembre daremo i dettagli. Obbiettivo: verificare se ci sono mamme e papà che hanno la stessa nostra idea di cosa sia l’idea di “Bella vita” da proporre ai bambini. Un‘idea così radicalmente diversa da certe rappresentazioni calate dall’alto… che potrà esistere solo se riusciamo a costruirla insieme, dal basso.

Buone vacanze e arrivederci a settembre

@GiampRem

Vuoi un’informazione libera dalla pubblicità? Comprala 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.