Ci vediamo a Vodafone Termini

AccentoQuesta notizia delle fermate della metro sponsorizzate mi era sfuggita, ma non mi sorprende. Con il principio dello sponsor che “sostiene”, chi ha forza economica può arrivare dappertutto. Anche a brandizzare la scuola, come succede negli Usa, perchè no? Prima o poi succederà e sicuramente saranno in tanti a dire che non c’è niente di male e che anzi bisogna ringraziare, c’è la crisi, eccetera. In questo trionfo di totem che occupano ogni angolo delle strade, dei mezzi di comunicazione, forse proprio della persona (a proposito, questo è da considerare “crisi” o no?), un bambino dovrebbe percepire l’importanza della lettura, della creatività, dello studio o della fedeltà a se stesso per il proprio benessere? Gli stili di vita che con il nostro comportamento promuoviamo sono diversi: l’aspettativa, ove ci fosse, mi sembrerebbe quindi velleitaria.

@GiampRem

Vuoi un’informazione libera dalla pubblicità? Comprala 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Un’idea concreta contro l’eccesso di esposizione dei bambini agli schermi?

Iniziamo a staccarci noi adulti

Diamo l’esempio