Che vertigine il salto fuori target!

duomo1
Pubblicità sul Duomo

Ho installato ad block: navigo senza (quasi) vedere la pubblicità. Che vertigine. Dai report gonfi di milioni di accessi profilati bisogna dunque che si sottragga il mio che, insieme a quello degli altri 15 milioni che hanno scaricato il servizio, è diventato completamente inutile. Non è solo un fastidio risolto. E’ un primissimo segnale concreto che ci si può liberare dai meccanismi di marketing e dagli stereotipi della comunicazione pensando a nuove soluzioni. Si dirà che, insomma, i servizi vengono offerti gratis proprio grazie alla pubblicità. E’ un’obiezione che accolgo.

fb-bimbì
il profilo facebook di Bimbì senza consigli per gli acquisti

Si mettano in vendita, allora, questi servizi. Sono disposto a pagare qualche euro all’anno, magari per fruire al 100% di  quelli che mi interessano… Se il prezzo è troppo alto rinuncerò al loro utilizzo e pazienza, leggerò un libro in più, coltiverò un orto. Accetterò il mio limite che, immersi in questa spettacolare bulimia, è il gesto più sovversivo che si possa fare. Se tutto è gratis è solo per raggiungere più facilmente fasce di mercato infinitamente più ampie. Il “cosa” dire ha smesso di essere strategico. Non ho la pretesa di convincere nessuno, solo di di dare voce a una mia sensibilità. Non mi ritrovo in questo meccanismo. E più mi allontano dalle regole di questa rappresentazione, più raggiungo la piena, paradossale consapevolezza, che sono quelli che le hanno inventate ad avere bisogno di me più di quanto io abbia bisogno di loro. Nella foto: pubblicità sul Duomo.

@GiampRem 

Vuoi un’informazione libera dalla pubblicità? Comprala 😉

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.