Chi sono

Giampiero Remondini, ex giovane blogger, ex lavoratore dipendente evviva-le-cinque-del-venerdi. Insieme ad alcuni milioni di italiani “mi occupo di comunicazione”, in coda sulle strade del web e non solo. Vado? Prego, si accomodi, no, ecco, scusi, adesso passo io. Dopo una ventina d’anni anche il più confuso dei “comunicatori” un’idea finisce per formarsela. Io ad esempio mi sono convinto che le dinamiche del marketing e il linguaggio della pubblicità si siano impossessati della cultura e dell’informazione snaturandone alla radice il senso stesso. Ma è troppo lungo da spiegare qui: per riassumere, diciamo che sul mio sito la pubblicità non la voglio. Chi vuole approfondire può leggersi il libro qui a fianco.

Conosco bene il francese e così così l’inglese. Purtroppo il deficit mi penalizza nella comprensione del 99% degli annunci di linkedIn e dintorni. Customer Profiling Specialist, Communications Manager, Digital Communication & Brand Empowerment Specialist, Digital Account, Social Media Specialist, Social media digital specialist, Web Content Editor.

Ne ho pescati diversi dal mucchio. Così, a occhio, quello che faccio ha a che fare con quelle diciture. In più redigo comunicati stampa e cerco di far pubblicare notizie che poi vengano lette. Perchè puoi rivestire tutto di anglicismi modaioli, riempirti di follower un tot al chilo,  ma stringi stringi il nodo è sempre quello: pubblicare è facilissimo e, proprio per quello, farsi ascoltare davvero (non in apparenza) diventa infinitamente più complicato. Il settore infanzia, sorry, la “kids-area”, è quello in cui ho più esperienza. Per contattarmi:  giampremchiocciolagmail.com

@GiampRem

* * *

Oggi


copy-logo_bimbi_largo1.png
Nel 1996 ho creato il sito l’Isola dei bambini che nel 1999 è diventata Bimbi.it. Ho continuato a dirigere Bimbi.it fino al 2012 (vedi reperti diroccati), poi qualcosa si è rotto ed ecco Bimbì.it:  anche qui zero pubblicità. Pur restando un’iniziativa privata, per un periodo il sito ha fatto riferimento a un’associazione che ha riunito diverse organizzazioni culturali per l’infanzia. L’esperimento, molto interessante, si è concluso nel febbraio del 2015.

* * *

TuttoMilano Bambini RepubblicaDai primi anni ’90 curo, come collaboratore esterno, la pagina delle iniziative per i bambini sull’inserto del quotidiano La Repubblica TuttoMilano. E’ da questa esperienza, tuttora in corso, che è nata l’idea di un sito dalla parte dell’infanzia. Non sono più un giornalista pubblicista: non ho rinnovato la tessera. Ho collaborato al Dizionario della Moda del Novecento. Mi gusto ancora adesso i riflessi dell’esperienza umana e professionale che ho avuto con Guido Vergani.

* * *

kasaLa Kasa dei libri di Andrea Kerbaker non è una galleria, ma una vera e propria “abitazione” per circa 25 mila libri collezionati dallo scrittore milanese. La Kasa organizza mostre e attività culturali: è quindi aperta al pubblico. Il mio contributo riguarda l’ideazione di proposte relative all’infanzia, per le quali cerco anche di dare una mano nella  comunicazione.

* * *

 

Archeologiabimbi su web archive

(La vita prima dell’accento)

– Reperti diroccati della più antica home page dell’Isola dei bambini www./zero.it/bimbi su web archive: gennaio 1997. Ehi qui nel ’99 si vede anche lo sfondo!
– Antiche tracce di preistoriche rubriche libri: da luglio 1996
Progetto Gabbiano 2000 : avviata la raccolta fondi per costruire una comunità alloggio, un centro diurno e un centro ascolto per persone con disabilità. Insomma, questo.
– Il forum dell’Isola dei bambini che diventa Isola dei bambini- Bimbi.it
– Anno 2001, Bimbi.it versione 2
– Anno 2005: stiamo lavorando per voi e per il nuovo Bimbi.it
– Anno 2006, Bimbi.it, versione 3 (quello che rimane, maledetto frame…)
– Anno 2008, Bimbi.it , versione 4
– Anno 2011, il primo compleanno no logo di Bimbi! I banner con i dipinti che rimandano a wikipedia invece che agli annunci Google!! Wow!! E’ la prova: è dal 4/10/2010 Bimbi non ha pubblicità.
– 2012: adios, Bimbi, adios indicizzazione su Google e
             bonjour… Bimbì! Dove eravamo rimasti? 

+ cultura x l'infanzia - pubblicità = bimbì. Condividi?
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail