Nuovi talenti all’opera nella Città dei mestieri

città dei mestieri⛵ Dalla mia rubrica “Bambini” su TuttoMilano di Repubblica. La Triennale accende le luci sul talento dei bambini, muovendo dalla più classica delle domande che loro stessi si pongono: ma io cosa farò da grande? La prima edizione de “La città dei mestieri. Mettiamo in gioco il talento dei bambini” non si accontenta, però,  di stimolare la curiosità. Prova a rispondere. Lo fa sabato 7 e domenica 8 ottobre con oltre quaranta proposte che coinvolgono anche i genitori,  come parte in causa: per loro ci sono incontri e dibattiti alla presenza di figure di spicco come il pedagogista Daniele Novara e gli psicoterapeuti Mariolina Migliarese e Alberto Pellai (sabato 7 alle 10,30). Per i bambini e i ragazzi (2/13 anni), invece, arrivano decine di atelier dai quali scoprire la propria indole: dalla scienza alla robotica, dal coding al giornalismo, dal disegno ai lavori creativi fino alla cucina. C’è molto da fare e da sperimentare: costruire robottini, vedere come nasce un giornale, girare videointerviste, ascoltare fiabe, avvicinarsi al mondo della programmazione (coding). Le iniziative si svolgono in diverse aree della Triennale. La Sala Balena ospita le proposte per i piccoli a cura di Happy Child e il Salone d’Onore accoglie la conferenza di apertura e le attività per i più grandi. Infine la Sala Triennale Lab è dedicata ai dibattiti come quello che vede la partecipazione di Maria Rita Parsi, sabato alle 16,30. “La città dei mestieri” è stata organizzata da Nostrofiglio, Focus Junior e Focus Pico, in partnership con Happy child. “E’ una grande occasione di incontrare i nostri lettori – spiega Sarah Pozzoli, direttore delle tre testate -. Oggi non possiamo sapere quale sarà il futuro dei bambini. Ma sappiamo che in un mondo sempre più ‘liquido’ dobbiamo alimentarli con un sapere profondo e dinamico, stimolandoli nella costruzione del loro sé e della loro vocazione”. La città dei mestieri è aperta dalle 10 alle 19.

@GiampRem

Come tutto il sito, anche questo post si finanzia solo con la vendita del libro ⛵
+ cultura x l'infanzia - pubblicità = bimbì. Condividi?
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento